MI SONO FATTA UN REGALO – WEEK END DI YOGA, MEDITAZIONE E AYURVEDA SUL LAGO

Una delle cose che più mi aveva colpito in Australia era lo stile di vita di tante persone conosciute durante il nostro percorso. 
La natura, le energie, i cicli del sole e della luna, il corpo erano percepiti e vissuti con una profondità quasi spirituale. 

Erano ragazzi, uomini e donne che conducevano una vita normale, fatta di impegni, lavoro, famiglia, stress, ma il loro approccio era diverso, più rilassato, più luminoso.

Yoga, meditazione, ma anche una dieta vegetariana o spesso vegana erano alla base della quotidianità di tanti di loro.

Non si trattava di “fanatismo”, passatemi il termine. Anzi. Si trattava per lo più di una ricerca costante, ma serena, di un equilibrio individuale e personale nel rispetto degli altri, del contesto attorno attraverso uno scambio continuo di energie.
Ne sono rimasta affascinata.

Qualche settimana fa, su Facebook, mi sono accorta di un evento organizzato da un’amica: un week end di yoga, meditazione e ayurveda ospiti in una villa sull’Isola dei Conigli (la più piccola delle isole di Brissago), nel Lago Maggiore, in Svizzera (YOGA IN NATURA – LAGO MAGGIORE).

L’isola dei Conigli (sulla sinistra), la più piccola delle isole di Brissago (foto: Anna Luciani)

Premetto che, a parte un’infinita curiosità, non ho mai praticato né approfondito seriamente queste discipline, ma quando ho visto il post non ci ho pensato troppo su. Ero curiosissima e felicissima di partecipare. 

Sono partita per Locarno giovedì mattina, scoprendo una splendida cittadina affacciata sul lago, estremamente attiva dal punto di vista culturale. 

Piazza Grande, Locarno (foto: Anna Luciani)

Il Lago a Locarno (foto: Anna Luciani)

Prossimamente sono in programma

Il venerdì mi sono recata a Porto Ronco Beach dove era tutto pronto per l’inizio di un meraviglioso week end. 
Michelle, l’organizzatrice, nonché bravissima e preparatissima insegnate di yoga, aveva pensato a tutto.
Meditazione al mattino, sotto un gazebo a pochi metri dal lago, a seguire due ore di yoga, brunch sotto il pergolato coperte da un cielo di vite e uva, e poi nel pomeriggio, con calma, lezione di massaggio yoga-ayuvervedico tenuto da Silvia.

 

Meditazione per inziare la giornata (foto: Anna Luciani)

Yoga fronte lago (foto: Anna Luciani)

La giornata si concludeva attorno ad una tavola imbandita da piatti incredibili e buonissimi, oltre che salutari, sapientemente preparati dalla mamma di Michelle, Simonetta! Benessere, relax, divertimento.

Brunch (foto: Anna Luciani)

Cena

Pubblico i menù, potrebbero essere di ispirazione (foto: Anna Luciani)

Pubblico i menù, potrebbero essere di ispirazione (foto: Anna Luciani)

Pubblico i menù, potrebbero essere di ispirazione (foto: Anna Luciani)

Pubblico i menù, potrebbero essere di ispirazione (foto: Anna Luciani)


14 donne, di età diversa, ognuna con una storia. Solo poche si conoscevano già, tante di noi erano arrivate da sole. Ognuna di noi si trovava su quell’isola per un motivo diverso ma è bastato pochissimo perché dai primi sorrisi spontanei si creasse una sintonia e una complicità bellissime.

In pochissimo tempo, nonostante le diversità, siamo state avvolte da un’atmosfera intima e rassicurante, senza imbarazzo, pregiudizi né tanto meno giudizi. Perfetto! Ci siamo sentite libere di raccontarci e ascoltare, attente e curiose, complici. 

Noi anche se manca Lorenza (foto: Anna Luciani)

Silvia e Michelle hanno saputo introdurci, spiegarci e farci vivere in prima persona un’esperienza unica. Professionale, completa, ma soprattutto personale e estremamente profonda. Hanno saputo tradurre i concetti basilari di due discipline meravigliose in azioni, pensieri e sensazioni concrete, immediate. Non si trattava di nozioni. Non erano posizioni, manovre o semplici respiri. Era un nuovo approccio, intimo e personale, alla vita, quella di tutti i giorni. Un nuovo modo di sentire e sentirsi. 

Meditare per ascoltarsi, fare yoga per sentire il proprio corpo attraverso la concentrazione della mente, massaggiare per donare benessere attraverso uno scambio reciproco di energie e benessere.  
Il tutto in un contesto da sogno.

L’isola è un gioiello. 

Un moletto per l’attracco delle barche. Un porticato coperto di vite, una villa (di recente ristrutturata grazie al lavoro di ragazzi con disabilità ma coinvolti da una associazione che gestisce l’edificio di proprietà del Cantone), una serra dove vengono coltivate e curate le piante per il giardino botanico sull’isola accanto, il rudere di una piccola chiesa senza tetto (dentro la quale abbiamo svolto una bellissima lezione di yoga), il bosco, qualche spiaggetta.

Il rumore dolce delle onde ci ha cullato giorno e notte, e gli uccelli riuscivano a coprire i rumori della civiltà in lontananza. 
Questi giorni sono stati un regalo che ho deciso di farmi. 

La nostra casa per il week end (foto: Anna Luciani)

La serra e la chiesetta (foto: Anna Luciani)

La serra, la chiesetta, la doccia all’aperto e il giardino (foto: Anna Luciani)

Il parco nel bosco (foto: Anna Luciani)

Spiaggia (foto: Anna Luciani)

Il pergolato di vite (foto: Anna Luciani)


Una pausa di totale relax e benessere lontano da tutto per rallentare, fare largo tra i pensieri e mettere ordine. 
Negli ultimi anni, ma in fondo da sempre, più o meno ciclicamente, ho rinunciato alla stabilità di una quotidianità rassicurante, ho cambiato continenti, abitudini, ritmi, orizzonti. Come ultimamente va di moda dire, sono uscita dalla mia zona di comfort per mettermi alla prova, crescere, conoscere, scoprire. E ne sono felice. A volte però non è semplice ricreare un equilibrio quando tutto attorno cambia così frequentemente … capita, la mattina, di svegliarsi col batticuore, o di pensare con angoscia al futuro, o con nostalgia al passato. Però è il presente che bisogna vivere, possibilmente serenamente, assaporando ciò che abbiamo, affrontando con serenità le difficoltà, e godendo delle cose belle. E il centro da cui tutto parte siamo noi. 
Forse è un pensiero banale, a cui molti erano arrivati già da tempo, ma questi giorni sono serviti per ricordarmi che a volte basta rallentare, chiudere gli occhi e respirare profondamente, prendersi anche solo 10 minuti ogni giorno per sentire il proprio corpo, il proprio spirito, ritrovare il centro dentro se stessi per poter osservare il mondo attorno a noi con maggior oggettività. 

Ascoltare onestamente i propri desideri, il proprio essere, senza paura, perché così come al montagna, grande immobile maestosa e forte vede passare su di sé il cambio delle stagioni, e con esse vento pioggia bufera, sicura che il sole, il verde degli alberi e gli uccelli torneranno a farle visita, così anche noi dobbiamo imparare a contare su noi stessi, sicuri che qualsiasi cosa ci accada, saremo forti e capaci di affrontare le intemperie e che il sereno, presto o tardi tornerà.

Il pensiero e la meditazione non possono certamente cambiare la realtà, ma possono aiutarci ad affrontarla meglio, con più tranquillità, con più coraggio, permettendoci di attingere a risorse che non credevamo di avere.

I giorni sull’isola sono stati perfetti. Nella vita di tutti i giorni non sarà così semplice, storditi da corse, scadenze, voci troppo alte…  Ma questo week end ha gettato un seme che sono intenzionata a far germogliare!

Annunci

2 risposte a “MI SONO FATTA UN REGALO – WEEK END DI YOGA, MEDITAZIONE E AYURVEDA SUL LAGO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...